Vivere bene con l'Ayurveda

mercoledì, 15 giugno 2016

Vivere bene con l'Ayurveda

L'approccio olistico di Ayurveda mira alla prevenzione delle malattie e non al trattamento dei sintomi. Quattro aree sono particolarmente importanti.

Fino a circa cinquant'anni fa, si credeva l'età raggiungibile e il processo di invecchiamento fossero determinati dalla genetica. Se una persona è ancora vigorosa e attiva in età avanzata o degenera rapidamente, dipende dai geni. Questo punto di vista è sbagliato.
Oggi molti scienziati credono che solo poco più del 30% del processo di invecchiamento può essere attribuito a geni. Il restante 70% dipenderà dal personale stile di vita; quindi come invecchiamo e quale età raggiungeremo, dipenderà in gran parte da noi stessi. Buone notizie, ma allo stesso tempo, ogni singola persona si dovrà assumere le proprie responsabilità, soprattutto quella di rispettare se stessi.

Quattro sono le cose cruciali

I geni sono responsabili solo di una parte della lunghezza della vita. Quali fattori dobbiamo osservare? Di seguito sono menzionati quattro importanti fattori per una vita lunga e sana.

Dieta:

Tutti sanno oggi che il fast food fa male mentre frutta e verdura sono cibi sani, ma non dobbiamo rinunciare a tutto! E' molto importante trovare il giusto equilibrio. Ogni tanto cibarsi di dolci, fritti o andare al fast food non è malsano e può essere divertente. 
L'importante è non eccedere. Bisogna fermarsi quando l'appetito è stato saziato e non quando ci si sente pieni. Ricordatevi che un terzo dello stomaco deve rimanere vuoto.

Movimento:

Lo sappiamo: l'esercizio fisico regolare è sano. La sedentarietà è considerata nociva quanto il fumo. Inoltre il movimento fornisce equilibrio e contribuisce attivamente alla riduzione dello stress.
Per beneficiare veramente del movimento, lo si dovrebbe esercitare regolarmente. Dovremmo praticare esercizio fisico da tre a quattro volte la settimana per circa 30/40 minuti, senza esagerare.
La moderna scienza dello sport ha ora scoperto quello che già da lungo tempo è conosciuto in Ayurveda. Arrivare sempre al limite fa più male che bene. La maniera ideale è allenarsi in maniera olistica, facendo lavorare tutti i muscoli nei limiti della resistenza.

Disintossicazione:

Questa parte è molto importante soprattutto in Ayurveda. Solo coloro che disintossicano il corpo regolarmente dalle scorie, hanno la garanzia di una salute a lungo termine. Riducendo la concentrazione di sostanze nocive si otterranno benefici per la salute generale.

Relax:

Questo argomento può essere suddiviso in gestione dello stress e rigenerazione.
Più di un quarto di tutte le persone nel mondo sviluppano stress. Il fattore di stress è stato elaborato dal nostro cervello come riflesso per la sopravvivenza. Se, per esempio, su una collina potrebbe annidarsi un predatore pericoloso, il volo o la lotta sarà importante per la nostra sopravvivenza. In alcune situazioni gli ormoni dello stress come il cortisolo, vengono distribuiti nell'organismo e le nostre ultime riserve vengono mobilitate. Ma per l'uomo primitivo lo stress era occasionale. Oggi, questo riflesso è divenuto, purtroppo, quotidiano. Può essere attivato semplicemente stando seduti alla scrivania o in automobile. Non ci sono mai stati tanti fattori scatenanti lo stress come oggi. L'energia è in continua mobilitazione e si accumula nell'organismo. È quindi importantissimo iniziare ad imparare come gestire lo stress. Si pensa che il 70% di tutte le malattie nei paesi industrializzati, siano dovute a tensione nervosa, direttamente o indirettamente. Le tecniche di rilassamento come la meditazione,  lo Chi Gong o il Training autogeno siano utili per ridurre i livelli di stress.
Qui anche la rigenerazione entra in gioco. Tutti dovrebbero prendere il tempo sufficiente per essa. Questo include dormire a sufficienza, così come "spegnere" il cervello per qualche minuto durante il giorno. La durata media del sonno è diminuita negli ultimi decenni di circa un'ora. Ricordiamoci che non vi è miglior processo rigenerativo come il sonno.